casa NARF_corato

casa NARF_corato

Nell’ultimo ventennio, il design, l’estro e la manifattura italiana sono state applicate più volte al mondo delle imbarcazioni di lusso. Armatori esigenti e amanti dell’estetica hanno commissionato nel corso degli anni la realizzazione di interni di lussuosi yacht che riflettessero l’intimità di una abitazione privata. L’interior design made in Italy ha conquistato la progettazione nautica modificandone l’estetica, sempre più legata al collezionismo e alla realizzazione di pezzi custom made, ma sempre nel segno della flessibilità, condizione necessaria alla tipologia di progetto.
m12 AD ha rivoluzionato questo trend applicando al contrario, il design d’interni delle imbarcazioni di lusso a una casa costruita su due livelli in Puglia.
Il progetto NARF è nato in questa maniera: la committenza ha chiesto di adattare alle modificate esigenze di una famiglia composta da quattro persone, un’abitazione ristrutturata di recente, ma con un piano superiore inutilizzato. La casa infatti richiedeva la riprogettazione completa per dar modo a ciascun componente della famiglia di avere un proprio spazio, per lavorare, studiare e godersi attimi di relax o convivialità La filosofia progettuale ha previsto una scrupolosa pianificazione degli ambienti, perseguendo la massima versatilità, attraverso una riprogettazione ispirata nei dettagli, agli interni di uno yacht: eleganza senza tempo, linee semplici, strutture fisse e contenitori per uno spazio fluido senza soluzione di continuità. L’abitazione, composta da living, due camere da letto, tre bagni e due cabine armadio, è stata ripensata facendo scomparire le vecchie partiture e trasformando ciascuna parete in mobile contenitore. L’essenzialità, riflessa anche nella scelta dei toni di colore, bianco, legno e blu, ha conferito al progetto un look sofisticato ma allo stesso tempo rilassante, ordinato e minimale, esaltando al massimo la luce naturale. La pavimentazione è in teak, insieme al matching con la carta da parati blu notte e alla laccatura bianca e teak di mobili e cucina. Le porte in cristallo filoparete hanno esaltato la sensazione di essere in un ambiente dove ciascun elemento, pur essendo fisso, sembra essere connesso a quello adiacente, come in uno spazio liquido.